Mavka e la foresta incantata

Film d’Animazione
Ucraina, 2023
Regia di Oleh Malamuzh, Oleksandra Ruban.

durata 90 minuti.

Dai 5 anni

Una favola moderna che mostra con toni leggeri ed efficaci l’importanza del rapporto con la natura e del rispetto che l’uomo dovrebbe avere per questa.
Basato sul poema classico La canzone della foresta (1912) della celebre poetessa ucraina Lesya Ukrainka, il film racconta la storia di Mavka, una bellissima ninfa della foresta.

Nelle profondità delle terre ucraine c’è uno spicchio di mondo antico e remoto dove, uno dopo l’altro, si susseguono il Villaggio, la Montagna Oscura e la Foresta, vicini ma distanti, confinanti ma in conflitto.
Una faida, quella tra gli abitanti del Villaggio e gli esseri della Foresta, nata quando il proprietario della segheria ha oltrepassato la Montagna Oscura che divide i due luoghi per chiedere aiuto al Guardiano della Foresta, per poi tornare con altri umani a disboscare e distruggere
Il conflitto che ne nacque portò alla chiusura del passaggio tra i due mondi, all’isolamento dei due popoli e all’odio tra le genti.
Ora, dopo tanti, anni, è il tempo di trovare un nuovo guardiano, e tra le possibili scelte c’è anche Mavka, una delle Anime della Foresta, dolce e gentile creatura che si innamora di Lucas, giovane abitante del Villaggio addentratosi nel suo mondo per trovare una cura alla malattia dello zio Leo.
Su di loro, però, incombono i piani della crudele Kylina, ultima erede del proprietario della segheria…

È tutto molto chiaro quello succede in Mavka e la foresta incantata.
Per bambini, ma non infantile; a carte scoperte, ma non banale; spettacolare, ma non superficiale.

Lesja Ukraïnka, pseudonimo letterario della poetessa e scrittrice Larisa Petrovna Kosac-Kvitka, vissuta a cavallo tra fine ‘800 e inizio ‘900, è una delle figure che reggono lo spirito della terra ucraina: cantore del folklore locale, avversatrice dello zarismo, promotrice della lingua nazionale, la sua effige è apparsa su francobolli, monete, banconote, come anche sono dedicati a lei musei, teatri, doodle di Google e statue (una all’Università del Saskatchewan in Canada) – persino l’ex-primo ministro Yulia Timoshenko, per riavvicinarsi al popolo, iniziò a portare l’acconciatura tipica della Ukraïnka…
Malamuzh e Ruban (con alla sceneggiatura Yaroslav Voytseshek e Jeffrey Hylton) decidono così di erigere un monumento alle tradizioni e alla storia ucraina, partendo proprio dal dramma in tre atti ‘The Forest Song’, dove Ukraïnka mette insieme tutto il folklore di cui era a conoscenza o che aveva sognato (anni dopo scrisse alla madre di una notte di luna piena in cui scappò di casa per incontrare la mavka, lo spirito di donna che anima le foreste), e che oggi diviene una favola accorata e urgente sul mantenimento di quel mondo lì, di quelle foreste, quei fiumi, quelle montagne.

Mavka e la foresta incantata è stato finito sotto le bombe della guerra, per ora trovare una sua strada lontano da lì, sperando che quelle foreste, quei fiumi, quelle montagne possano ancora esistere. (Luigi Coluccio – Mymovies.it)

Guarda il Trailer su Mymovies

Dettagli evento
Dettagli evento
Siete un gruppo numeroso?

CONTATTACI  per riservare i posti adiacenti.